EnergiAlternativa

Page Index Toggle Pages: 1 ... 29 30 [31] 32 33 ... 67 Send TopicPrint
Very Hot Topic (More than 500 Replies) Costruiamo una batteria Plantè (Read 181509 times)
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #450 - 07.04.11 at 15:02:00
Print Post  
Beh è solo una verifica, siccome insieme al piombo delle batterie metteremo anche dei rottami di piombo, come vecchi tubi, lamiere ecc.. voglio essere sicuro di non inquinare il piombo che già abbiamo. In tal caso, non potrò farci nulla, ce lo terremo così com'è, però è meglio sapere quello che abbiamo e da cosa partiamo. Dubito cmq che ce ne siano grandi percentuali, diciamo che se abbiamo un piombo puro al 95% già andrà beinissimo per farci una batteria.

Kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
qqcreafis
Ex Member
*****


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #451 - 07.04.11 at 15:28:00
Print Post  
lo stagno può essere nelle saldature, stacci lontano, taglia via le parti con saldature
  
Back to top
 
IP Logged
 
qqcreafis
Ex Member
*****


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #452 - 07.04.11 at 15:55:00
Print Post  
se fosse necessario piombo puro
"
Quando il metallo prodotto nel forno a vento ha un contenuto di bismuto basso, si procede a una raffinazione riscaldando il piombo greggio in forni a riverbero a 800°C. Lo stagno, l'arsenico e l'antimonio vengono così ossidati selettivamente dall'aria e formano scorie che galleggiano sul piombo fuso. Le stesse impurezze possono essere pure eliminate con un altro processo, per ossidazione chimica, che avviene a temperatura assai più bassa, 420°C. Si tratta del processo Harris che consiste nell’immettere nel piombo fuso, mantenuto in agitazione, una miscela costituita per la maggior parte da soda caustica e, in piccola parte, da cloruro e nitrato di sodio: si formano così delle schiume contenenti stannato, antimoniato e arseniato di sodio che si separano dal piombo e dalle quali i tre metalli possono essere successivamente recuperati."


ma dallo stesso articolo

"Leghe per griglie di accumulatori. Negli accumulatori acidi sono usate griglie fabbricate in lega di piombo (nei tipi usati sulle automobili) le quali servono da supporto al materiale attivo che compone le placche. Le leghe per accumulatori contengono il 6-12% di antimonio per migliorarne la resistenza meccanica, piccole quantità di stagno per migliorare la colabilità e una o due altre aggiunte minori per ostacolare le variazioni dimensionali durante il servizio."

mal che vada le impurezze aumenteranno l'autoscarica
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #453 - 07.04.11 at 16:23:00
Print Post  
Quindi quello che volevamo fare potrebbe essere perfetto... Se portiamo il piombo in fusione sugli 800 °C, si comincenranno a vedere sulla superficie degli strati di ossidi, che sarebbero quindi stagno, antimonio e altre impurità. Penso proprio che utilizzeremo questo sistema, semplice e pratico, mi sembra poi che sia quello che si vede in quel video che ho postato qualche pagina indietro per il riciclo delle batterie. Si vedono alla fine del processo, dei lingotti mantenuti in fusione dove con una spatola si tolgono via gli ossidi superficiali e si lascia il piombo bello pulito e brillante!

Saluti kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
qqcreafis
Ex Member
*****


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #454 - 11.04.11 at 20:44:00
Print Post  
come va la fonderia?
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #455 - 11.04.11 at 21:57:00
Print Post  
Tutto procede per il meglio, abbiamo finito finalmente il riciclaggio degli ossidi! Ora ci sono rimaste tutte le batterie ermetiche, ma quelle solo per il lavoro di aprirle, estrarre le piastre (che stanno compresse nei settori) ed eliminare il gel è un lavoraccio, per cui quelle le venderemo alla siderurgia che ce le paga 0,35 euro al Kg, sono quasi 2 tonnellate, quindi avremo i soldi necessari per comprare altro piombo metallico, che troviamo per circa 1 euro al Kg.

Lo stampo in alluminio per le piastre tra una settimana dovrebbe essere pronto, e inizieremo a forgiare le prime piastre!! Questo sarà il lavoro più divertente e speriamo vada tutto per il meglio. Le lamelle alla fine le ho dovute fare coniche altrimenti non si sarebbero sfilate dallo stampo.

Appena abbiamo novità sarete i primi a saperlo, se qualcuno avesse del piombo anche in rotttami da regalarci è il benvenuto! Anzi colgo l'occasione per ringraziare Bolle che ci regalerà diversi quintali di batterie ermetiche da portare in siderurgia per scambiarle con il piombo metallico.

Saluti Kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #456 - 13.04.11 at 12:16:00
Print Post  
Ripulendo il computer ho ritrovato questa foto, dove si vedono le piastre dopo il trattamento con acido nitrico. Le piastre le avevo fatte un po' con piombo rimediato (rottami, scarti ecc...) e un po' con piombo nuovo. Quelle fatte con il piombo nuovo con purezza superiore al 95% sono quelle centrali, e come si può notare i sali attaccati su di essa sono bianchi. Quelle fatte invece con il piombo rimediato sono quelle ai lati, in particolare quella di sinistra. Si può notare infatti che quest'ultima presenta una colorazione più rossastra dovuta probabilmente alla presenza di altri metalli presenti nella lega. Sarà stagno? Qual'è quel sale dell'acido nitirico che ha una colorazione rossa? Nitrato di ferro?

Saluti
Kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
DOLOMITICO
Ex Member
*


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #457 - 13.04.11 at 15:12:00
Print Post  
Beh sono rimasto indietro con questa discussione tanto che ho dovuto leggermi 3 pagine di fila,ma devo fare veramente i complimenti a Kekko.
In effetti hai fatto quello che avevo un po in mente tempo fa,poi per cause di forza maggiore non ho potuto proseguire,ma vedo che qualcuno è riuscito nell'intento,veramente un bel lavoro,uno spettacolo per gli occhi
La mia forgia in effetti ricorda molto il tuo sistema,a parte alcuni dettagli che si sono dimostrati problematici come il fondo in metallo.
Ricordo che quando in una prova ho sparato aria con un grosso compressore,e quindi innalzando bruscamente la temperatura si è avviata proprio una pioggia di piombo che mi ha intasato in poco tempo il tubo che credevo bastasse per l'aria.
In effetti bastava riempire di carbone la forgia e poi spargere sopra i pezzi,ma mi manca il rivestimento in refrattario.
E' uno spettacolo vedere cosa avete fatto.
Unico problema è tutto quel fumo,che oltre che nocivo bisognerebbe abbattere magari con un filtro ad acqua,una specie di contenitore di acqua che nebulizza con dei getti un'area attraversata dai fumi,in teoria li dovrebbe abbattere di brutto,ma questo è un'altro progetto nel cassetto.
Spero di non arrivare alla pensione per metter mano...
Cmq BRAVI,è proprio una bella discussione.

PS:grazie per esserti ricordato della mia richiesta delle foto,oltretutto hai messo anche un video.
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #458 - 14.04.11 at 03:23:00
Print Post  
Ciao Kekko, il tuo sale potrebbe essere ferro nitrato . puoi fare due tipi di saggi identificativi abbastanza semplici:
I METODO : riscaldamento in provetta . si depone un campione sufficiente in una provetta termoresistente (pirex), la provetta va tenuta orizzontale e si osserva il cambio di colore della sostanza.
-se hai OSSIDI di Ferro , noterai : a freddo colore rosso bruno , a caldo diventa nero
- se hai dei nitrati (misti) : noterai la formazione di vapori rossi , con ODORE ACRE
L'identificazione dei metalli la si fa con il "filo di platino" + borace , mettendo un campione di materiale ed osservando il colore che si sviluppa, nel caso del ferro potrai vedere DUE diversi colori dipendedenti dal suo stato di ossidazione (Fe II , Fe III ) e quindi con fiamma ossidante vedrai colore giallo bruno , con fiamma riducente vedrai colore verde bottiglia. Filo di platino e borace li trovi anche in farmacia , il filo costerà sui 20 euro. ciao
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #459 - 14.04.11 at 04:52:00
Print Post  
Grazie drmacchi, e grazie dolomitico per i complimenti!
Per il filo di platino nessun problema lo vendono da parecchie parti infatti, la cosa che non capisco è come possa essere arrivato del ferro nelle piastre, il piombo non lega con il ferro. Quello che sospetto è che siccome ho utilizzato acqua di rubinetto (del prato) per diluire l'acido nitrico, non vorrei che quel ferro provenga dall'acqua...

Kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #460 - 14.04.11 at 20:24:00
Print Post  
MMhh, non credo che il tenore di ferro di un'acqua potabile sia così alto. oppure intendi acqua che arriva da una condotta non potabile e magari con tubi belli ferruginosi ?
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #461 - 14.04.11 at 20:35:00
Print Post  
Eh no, condotta nuova e anche in plastica... Pensavo venisse dall'acquedotto principale, ma in effetti mi sembra troppo. E come è possibile allora secondo te che nella lega di piombo ci sia del ferro? Il ferro non lega con il piombo, hanno temperature di fusione troppo diverse tra loro e fra l'altro quando fonde il ferro a 1500 gradi il piombo inizia l'evaporazione, perciò come può essere?

Saluti kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #462 - 14.04.11 at 21:14:00
Print Post  
boh ? . cmq guarda questo ! www.springerlink.com/content/031t367765m72547/ . hai dei lumi ?
  
Back to top
 
IP Logged
 
qqcreafis
Ex Member
*****


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #463 - 14.04.11 at 22:11:00
Print Post  
una lega ferro piombo (poco) viene usata normalmente dagli apprendisti tornitori
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #464 - 14.04.11 at 23:58:00
Print Post  
Veramente? Interessantissimo quell'articolo! Fortuna allora che insieme ai carboni non abbiamo più messo i rimasugli di ferro, perchè sarebbe successa proprio quella cosa lì.
Sarebbe interessantissimo poterne avere qualche lamina, per testare magneticamente come si comporta una lega ferro-piombo, isteresi, permeabilità, ecc...
Cmq nel caso ci fosse del ferro nel nostro piombo, come lo leviamo? E' valido il trattamento in corrente d'aria a 800 °C che si usa per ossidare e togliere lo stagno? Anche il ferro si ossiderebbe e si allontanerebbe quindi come scoria nel crogiolo?
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 ... 29 30 [31] 32 33 ... 67
Send TopicPrint
 

TOP100-SOLAR Galleria Immagini EnergiAlternativa