EnergiAlternativa

Page Index Toggle Pages: 1 Send TopicPrint
Normal Topic Homemade Inverter 220V 400VA con EG8010 (Read 15691 times)
ElettroshockNow
Forum Administrator
*****
Offline


yottawatt

Posts: 3916
Location: Roma
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Homemade Inverter 220V 400VA con EG8010
11.09.15 at 17:38:16
Print Post  


Inverter 400VA onda sinusoidale pura (il piccolo ,ma versatile)
Autore:ElettroshochNow


Caratteristiche:
Tensione in ingresso : 20V-32Vdc (usando modulo HV e rimuovendo la protezione 50V)
Tensione in uscita : 220Vac 50Hz Onda sinusoidale Pura
Consumo a riposo: 6W (circa 200mA a 24Vdc )
Massimo assorbimento: 20A
Efficienza:90% alla massima potenza
Protezioni: sovratensione,sottotensione,sovracorrente,sovratemperatura

Note Extra: Alimentabile anche direttamente dai pannelli fotovoltaici Smiley

Il piccolo,ma versatile all'opera Smiley


--- AVVERTENZE ---

Lo staff di www.EnergiAlternativa.org non si riterrà responsabile per eventuali danni a persone e/o cose e sopratutto AVVISA che manipolare le tensioni presenti nei progetti seguenti può presentare un pericolo mortale...


Schema V2.1








Sezione Alimentazione

Il circuito per poter funzionare deve avere due tensioni di alimentazione.
Una dedicata alla sezione di potenza la quale verrà impiegata per i Gate del ponte finale .
Ho scelto un tensione di 10V ,ma nulla vieta di aumentarla fino a 15V (valore disponibile solo nelle versioni 24V e 48V) migliorando l'eccitazione dei finali .
E una seconda alimetazione a +5V per le logica (circa 70mA).
Il circuito dispone inoltre di una protezione per sovratensione in ingresso che interrompe l'alimentazione tramite l'intervento del fusibile (non autoripristinante) per gravi problemi nella sezione DC (esempio Regolatore carica in avaria). E' chiaro che non dovrà mai intervenire Tongue

Le versioni 24V e 48V utilizzano moduli di alimentazioni Switching garantendo una resa superiore al 90% con un consumo totale di circa 500mWh ,mentre invece per la versione 12V si usa un Regolatore lineare LVD.



Sezione Sensore Corrente

Una parte della scheda è dedicata alla misurazione della corrente che circola nella sezione di potenza con la duplice funzione di monitor (attraverso l'interfaccia PC) e di protezione.
A tale scopo è possibile tarare la corrente di intervento a piacimento variando semplicemente due valori resistivi (RX1 e RX2).
Essi verranno scelti in base alla Corrente Massima e alla sensibilità del sensore.
La formula è 5000/(Amper*Sensibilità) il risultato sarà in Ohm.
Possono essere usati tutti i sensori ad effetto Hall con offset centrale a 2,5V con alimentazione a 5V.
Sulla scheda è predisposta l'installazione di un sensore LEM LTS25NP in grado di misurare correnti fino a 25A Rms sufficienti per un inverter 24/220 400VA con trasformatore elevatore oppure un 4000VA con sezione DC/DC separata.
Ad esempio :
Volendo una corrente massima di picco di 20A e usando un LTS25NP avente sensibilità di 25mV/A la resistenza sarà di :
Rx=5000/(20*0.025) = 10Kohm
Invece per grandi correnti possiamo usare un LEM HASS 100-S installabile vicino al ponte e in grado di misurare correnti RMS fino a 300 Amper di Picco Shocked: e con sensibilità di 6.25mV/A.
In questo caso se vogliamo un intervento a 100A la resistenza sarà RX=5000/(100*0.00625)= 8Kohm   



L'inverter sotto Test

Test Praticoni sul piccolo Inverter da 48/220 400VA equipaggiato con trasformatore 24/220 pilotato con ponte H completo secondo questo schema

e filtro LC 150microH e 4.7mF tra ponte e trasformatore.

Tabelle riassuntive con diverse tensioni e carichi solo per avere un'idea grossolana del comportamento

In due casi la tensione in uscita è scesa sotto i 220V

Segue VIDEO PRATICONE Tongue con assorbimenti oltre i 600W !!


Cheesy .... il trucco c'è ....
Ho usato due vecchi toroidali per lampadari (220/12) connessi in parallelo con ottimi risultati.
In aggiunta ho usato un filtro con taglio più basso (L=1mH C=4.7microF) e ridotto il condensatore di uscita (1 microF).

Ora l'inverter assorbe a riposo 6W (circa 200mA) ed è questo il suo pregio in quanto 400VA effettivamente sono pochini ...
Cmq essendo un onda sinusoidale pura accetta tutti i carichi e interrompe l'erogazione se si oltrepassano i 20A di assorbimento per più di 0.5S.
Accetta come tensione in ingresso un range da 20V a 32V mantenendo una efficienza del 90/95%.
L'aletta di raffreddamento di abbondanti dimensioni ha reso non indispensabile la ventilazione (tiepida alla massima potenza).
I mosfet sono pilotati con una tensione di gate di 12V e una resistenza di gate da 4.7 Ohm (come da schema seguente)
Il banco condensatori è composto da 8 Condesantori da 2200microF 50V in parallelo.
Il modulo è settato con un Dead Time di 500nS e configurazione unipolare.








L'induttanza necessaria per il filtro è stata realizzata avvolgendo 50 Spire con filo smaltato avente diametro 2mm su un nucleo ETD49 materiale 3C90 con un traferro di 0.3mm (spazio tra i due semi nuclei )


Ora mi getto sul grande inverter trasformerless mentre mi gusto il capolavoro di kekko.

Ciao e buon EnergiAlternativa.org a tutti
ElettroshockNow
« Last Edit: 13.09.15 at 01:43:09 by ElettroshockNow »  

Il Tempo non lo vede nessuno,il lavoro lo vedono tutti (Mamma)
Impara a rubare con gli occhi (Papà)
Back to top
YouTube  
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1
Send TopicPrint
 

TOP100-SOLAR Galleria Immagini EnergiAlternativa