EnergiAlternativa

Page Index Toggle Pages: 1 Send TopicPrint
Normal Topic Realizzazione Soft-Start per motori (Read 2076 times)
UFOSTUFO
Junior Member
**
Offline


--------

Posts: 57
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Realizzazione Soft-Start per motori
27.09.17 at 17:26:01
Print Post  
Salve a tutti, osservando vari banchi sega (per chi è appassionato di fai da te, legno, ecc)
mi accorgo che spesso escono queste macchine senza una partenza morbida del motore.
Risultato, le spazzole si consumano molto più in fretta, ne risente anche il motore, andando a gestire uno spunto iniziale maggiore.
Così sarebbe utile collegare tra presa 220V e motore stesso uno soft-start, che, nell'arco di 3/4 secondi porti il motore alla massima potenza.. appunto un avvio più dolce.

Ora, che strada seguire, analogica (con ne555 e tutti i componenti di contorno) o ripiegare su arduino con una programmazione ad-hoc?

Questo è un presunto schema che utilizza arduino:



Voi su cosa vi orientereste? (Luca già so dove punta)  Grin

Grazie..
  

il 99% dei problemi di un pc, gli siede di fronte!
Back to top
 
IP Logged
 
ElettroshockNow
Forum Administrator
*****
Offline


yottawatt

Posts: 3916
Location: Roma
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #1 - 27.09.17 at 22:11:34
Print Post  
Son 20 anni che ci conosciamo ..e già ai tempi preferivo l'st6 ... Grin

Lo schema mi piace e sicuramente non è neanche paragonabile al classico triac .
Il ponte più mosfet (o igbt) possono tagliuzzare la sinusoide alla frequenza voluta .
Il problema principale è come pilotare il Gate .
Dallo schema vedo che il cond da 2.2uF deve immagazzinare l'energia necessaria per tutti i rise del finale di una semionda. ..
Questo è per dirti che dobbiamo sperimentare o simulare il circuito driver per sapere la massima frequenza che può sopportare .

Per il pilotaggio ?
Bè con un mini si fa' in un secondo ,ma perché abbandonare l'analogico .

Io punterei ad un generatore triangolare comparato ad una tensione proveniente da una rc ....semplice semplice .
La frequenza della triangolare sarà la frequenza pwm e la carica del condensatore il tempo del soft start .

Analogico o digitale ? Questo è il dilemma  Cheesy
  

Il Tempo non lo vede nessuno,il lavoro lo vedono tutti (Mamma)
Impara a rubare con gli occhi (Papà)
Back to top
YouTube  
IP Logged
 
UFOSTUFO
Junior Member
**
Offline


--------

Posts: 57
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #2 - 28.09.17 at 17:31:01
Print Post  
Pensavo ad un ciclo del genere:



il primo tasto abilita il motore al 50% della sua potenza (tagli su legno o materiale morbido)... il tempo per arrivare alla suddetta potenza è di 1,5 secondi.

il secondo tasto abilita il motore al 100% della sua potenza (tagli più impegnativi), per arrivare a tutta la potenza impiega 3 secondi.

il tasto di stop chiaramente spegne tutto.
  

il 99% dei problemi di un pc, gli siede di fronte!
Back to top
 
IP Logged
 
ElettroshockNow
Forum Administrator
*****
Offline


yottawatt

Posts: 3916
Location: Roma
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #3 - 28.09.17 at 17:44:04
Print Post  
Per me un bel mini ci sta'...1.5E e non ci pensi più ...anche per altri possibili tasti o per il controllo attivo della velocità  Grin
  

Il Tempo non lo vede nessuno,il lavoro lo vedono tutti (Mamma)
Impara a rubare con gli occhi (Papà)
Back to top
YouTube  
IP Logged
 
UFOSTUFO
Junior Member
**
Offline


--------

Posts: 57
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #4 - 05.10.17 at 16:29:13
Print Post  
Con il grandissimo Luca si è tirato fuori uno schemino di tutto rispetto.
Chiaramente come al solito, questi schemi non si trovano in rete.
Note particolari, al posto dei tasti ci sarà un potenziometro con range min e max.
Alettare in modo adeguato IGBT e Diodi.
Il tutto va collegato ad uno start e stop con autoritenuta.
Il potenziometro può essere di 10k lineare.
Potenza motore (max 1800 w)

  

il 99% dei problemi di un pc, gli siede di fronte!
Back to top
 
IP Logged
 
ElettroshockNow
Forum Administrator
*****
Offline


yottawatt

Posts: 3916
Location: Roma
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #5 - 06.10.17 at 11:46:52
Print Post  
...era tempo che volevo provare lo schema da te proposto ...
E rispetto al classico triac ha una marcia in piu.

Non vedo l'ora di aumentare la frequenza pwm .
Attualmente a 500Hz non è male ,ma non potevamo andare oltre con il classico ponte ...
Con i futuri diodi cambierà nuovamente la musica ....
  

Il Tempo non lo vede nessuno,il lavoro lo vedono tutti (Mamma)
Impara a rubare con gli occhi (Papà)
Back to top
YouTube  
IP Logged
 
UFOSTUFO
Junior Member
**
Offline


--------

Posts: 57
Gender: Male
Zodiac sign: Gemini
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #6 - 06.10.17 at 16:35:19
Print Post  
Si anche perchè ho vari motori da testare.
Tra non molto arriverà anche lo schema Eagle  Grin
  

il 99% dei problemi di un pc, gli siede di fronte!
Back to top
 
IP Logged
 
djamelo constant
New Member
*
Offline


New EALab Member

Posts: 6
Re: Realizzazione Soft-Start per motori
Reply #7 - 02.03.20 at 15:22:57
Print Post  
Per me un bel mini ci sta'...1.5E e non ci pensi più ...anche per altri possibili tasti o per il controllo attivo della velocità
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1
Send TopicPrint
 

TOP100-SOLAR Galleria Immagini EnergiAlternativa