EnergiAlternativa

Page Index Toggle Pages: 1 ... 5 6 [7] 8 9 ... 11 Send TopicPrint
Hot Topic (More than 100 Replies) INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE (Read 25772 times)
Pinko
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 294
Location: Malvito
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #90 - 01.06.21 at 11:27:04
Print Post  
Bridge wrote on 31.05.21 at 23:14:55:
E' fondamentale la passione in questo ed altri settori, lavoro compreso


Cerco sempre di dare il massimo in tutte le cose che affronto, sopratutto sul lavoro (entro i miei liniti di conoscenza).Bridge wrote on 31.05.21 at 23:14:55:
Ora tornando al progetto ti fò i complimenti per lo stato di avanzamento dello schema e pcb


Ti ringrazio per i complimenti.
Bridge wrote on 31.05.21 at 23:14:55:
Lo schema che ho postato sopra varia rispetto all'originale in prima pagina proprio per dare la possibilità di rendersi conto di ciò che avviene realmente dosando a piaciere il livello della modulante e ciò non sarebbe possibile con il controllo la VFB attiva.


Questo lo avevo intuito.
Bridge wrote on 31.05.21 at 23:14:55:
Bridge wrote on 30.05.21 at 13:05:44:
..........tuttavia per ora è Sempre Valido lo Schema Iniziale.

Rimarco quanto detto qui sopra


Infatti faccio sempre riferimento ad esso.
Bridge wrote on 31.05.21 at 23:14:55:
Per questo ultimo passo è essenziale la base dei tempi ritardata dell'oscillografo, ma penso che con il digitale non dovrebbe essere un problema, non so, non lo possiedo.

Confermo ha la scanzione ritardata. Due foto, uscita 40106
Intanto ho ordinato gli IR e il TBA, che avendone uno soltanto non posso escludere che sia proprio lui a essere difettoso, e sempre bene averne uno di scorta.
  

scanzione_ritardo_1.bmp ( 146 KB | Downloads )
scanzione_ritardo_1.bmp
scanzione_ritardo_2.bmp ( 146 KB | Downloads )
scanzione_ritardo_2.bmp

"fatti non fummo a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #91 - 01.06.21 at 11:50:57
Print Post  
Fra poco posto lo schema completo di VFB con le varianti apportate "Ma Non Verificate".
Non ho la possibilità in questo momento, dovrei intervenire sull'inverter qui presente e la cosa non mi va, comunque dovrebbe essere tutto OK.
Dai uno sguardo attento che non ci siano errori di digitalizzazione e se noti qualcosa dimmi pure.
Non sono presenti per il momento protezioni varie.

Pinko wrote on 01.06.21 at 11:27:04:
Cerco sempre di dare il massimo in tutte le cose che affronto, sopratutto sul lavoro (entro i miei liniti di conoscenza).


Bene, è così che si affrontano le difficoltà che la vita ci propone.

Un'ultima domanda, non ricordo se già te lo abbia chiesto: che programma stai utilizzando?.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #92 - 01.06.21 at 12:10:01
Print Post  
Ho dimenticato di dirti che sul Reg da 12V il pin di Input deve essere connesso a monte del Reg da 15V e non sull'out di quest'ultimo poichè la differenza di soli 3V non sono sufficienti alla stabilizzazione.
Vediamo poi se il tutto può essere alimentato direttamente a 15V semplificando un pò.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Pinko
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 294
Location: Malvito
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #93 - 01.06.21 at 22:41:07
Print Post  
Va bene, attendo e verificherò.

Bridge wrote on 01.06.21 at 11:50:57:
dovrei intervenire sull'inverter qui presente e la cosa non mi va

E fai benisimo, capisco perfettamente....

Bridge wrote on 01.06.21 at 11:50:57:
Un'ultima domanda, non ricordo se già te lo abbia chiesto: che programma stai utilizzando?.
                   


CadSoft Eagle, versione un po datata ma funziona bene per mio scopo.

Ok per l'alimentazione
  

"fatti non fummo a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #94 - 05.06.21 at 22:26:31
Print Post  
Qui di seguito la bozza dell'inverter sine. Manca solamente il ponte. Spero di non aver fatto errori portando dalla bread al cad.
La risultanza data dagli strumenti è ottima ma non ho potuto provare con il ponte connesso e di conseguenza con il feedback della V.errore. Ho l'accumulo (130Vdc) sconnesso a seguito di lavori in casa. La profondità di modulazione è stata dosata  manualmente attraverso il TBA tramite la R24.
Dagli uno sguardo attento alla ricerca di ....sviste sempre in agguato.
  

Parziale1_001.jpg ( 1543 KB | Downloads )
Parziale1_001.jpg
Back to top
 
IP Logged
 
Pinko
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 294
Location: Malvito
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #95 - 06.06.21 at 11:17:23
Print Post  
Bridge wrote on 05.06.21 at 22:26:31:
Dagli uno sguardo attento alla ricerca di ....sviste sempre in agguato.


IR2110 U13
L'anodo di D8 è su VCC, credo vada sul HO
C37 e C41 sono da 10µF e non 100µF
C36 e C40 sono 47n e non 4,7n
I due IR2110 sono pilotati in modo diverso rispetto allo schema originale
40106
adesso sono due e pilotati in modo diverso (9A e 9B) rispetto allo schema originale.
Per adesso mi sono concentrato su questo
Il prallelo di R,C e D sul 40106 è il Dead Time?
  

"fatti non fummo a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #96 - 06.06.21 at 12:54:13
Print Post  
Pinko wrote on 06.06.21 at 11:17:23:
Bridge wrote on 05.06.21 at 22:26:31:
Dagli uno sguardo attento alla ricerca di ....sviste sempre in agguato.


IR2110 U13
L'anodo di D8 è su VCC, credo vada sul HO
C37 e C41 sono da 10µF e non 100µF
C36 e C40 sono 47n e non 4,7n
I due IR2110 sono pilotati in modo diverso rispetto allo schema originale
40106
adesso sono due e pilotati in modo diverso (9A e 9B) rispetto allo schema originale.
Per adesso mi sono concentrato su questo
Il prallelo di R,C e D sul 40106 è il Dead Time?


Bene Pinko, quattro occhi son meglio di 2 Wink.

Pinko wrote on 06.06.21 at 11:17:23:
IR2110 U13
L'anodo di D8 è su VCC, credo vada sul HO

OK

Pinko wrote on 06.06.21 at 11:17:23:
C37 e C41 sono da 10µF e non 100µF


OK per 100uF.



Pinko wrote on 06.06.21 at 11:17:23:
C36 e C40 sono 47n e non 4,7n

Confermo C36 e C40 sono da 47nF.

Pinko wrote on 06.06.21 at 11:17:23:
I due IR2110 sono pilotati in modo diverso rispetto allo schema originale
40106
adesso sono due e pilotati in modo diverso (9A e 9B) rispetto allo schema originale.
Si, l'intento è di migliorare l'isolamento tra i comandi degli interruttori, isolamento necessario e benefico soprattutto in questa tipologia di modulazione. La diafonia è sempre nei pressi dell'uscio di casa.

Pinko wrote on 06.06.21 at 11:17:23:
Il prallelo di R,C e D sul 40106 è il Dead Time?


Certo ed è impostabile a piacere. Con C32, C35 da 330pF il tempo morto è di +o- 1us, ma può essere aumentato a seconda  delle necessità ed anche per trimmare eventuali differenze sui valori dei componenti.

R57 è da 1.2kohm.

Gironzola nel circuito e se noti qualcos'altro fallo presente.
La difficoltà è che non posso proseguire oltre il driver.
Quando ciò sarà possibile vorrei rifare i driver a componenti discreti eliminando gli IR, anche per essere coerente con la dicitura OldStyle.


  
Back to top
 
IP Logged
 
Pinko
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 294
Location: Malvito
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #97 - 07.06.21 at 10:20:06
Print Post  
Bella l'idea di pilotare il ponte a componenti discreti, ho un ponte H 48V 6 mosfet per ramo (24 totali) funzionate estirpato da un vecchio UPS ed è pilotato da una coppia di trasnistori da 500mA.
Ho dei dubbi sulla squenza dei collegamenti del 40106, allego schema.
« Last Edit: 07.06.21 at 19:15:18 by Pinko »  

40106.png ( 7 KB | Downloads )
40106.png

"fatti non fummo a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #98 - 07.06.21 at 22:40:30
Print Post  
Pinko wrote on 07.06.21 at 10:20:06:
Bella l'idea di pilotare il ponte a componenti discreti, ho un ponte H 48V 6 mosfet per ramo (24 totali) funzionate estirpato da un vecchio UPS ed è pilotato da una coppia di trasnistori da 500mA.
Ho dei dubbi sulla squenza dei collegamenti del 40106, allego schema.


Lo schema sopra si riferisce a quell'UPS?.

  
Back to top
 
IP Logged
 
Pinko
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 294
Location: Malvito
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #99 - 07.06.21 at 23:26:18
Print Post  
No, quello è lo schema del 40106 che ho disegnato ,dacci un'occhiata perche non sono sicuro se è corretto. Dell'UPS ho lo schema completo e sono 8 mosfet a ramo. Lo allego.
  

E735g_schem.pdf ( 172 KB | Downloads )

"fatti non fummo a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #100 - 08.06.21 at 15:32:54
Print Post  
Pinko wrote on 07.06.21 at 10:20:06:
Ho dei dubbi sulla squenza dei collegamenti del 40106, allego schema.

Quali sono i tuoi dubbi?. Forse la ridondanza delle porte del 40106.
Ti allego l'OUT dei 2xIR2110 (1HO e 2HO), i due lati alti del ponte con filtrino posteriore per eliminare la portante.
Allego foto del prelievo e risultanza oscillografica.
Il risultato è questo:
  

20210608_Prelievo1HOe2HO.jpg ( 3589 KB | Downloads )
20210608_Prelievo1HOe2HO.jpg
20210608_1HO_e_2HO.jpg ( 3772 KB | Downloads )
20210608_1HO_e_2HO.jpg
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #101 - 08.06.21 at 15:39:01
Print Post  
Qui sotto il valore del Dead Time impostabile.
Prelievi sulle porte OUT (2110) 1HO e 1LO e lato opposto.
  

20210608_DeadTime.jpg ( 3895 KB | Downloads )
20210608_DeadTime.jpg
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #102 - 08.06.21 at 15:45:40
Print Post  
Qui sotto una parte del ...giochino che si instaura con la Modulazione Unipolare Cheesy.
Il prelievo con la base dei tempi ritardata del Tek, sempre sui due lati alti dei 2110.
  

20210608_ModUnip.jpg ( 3616 KB | Downloads )
20210608_ModUnip.jpg
Back to top
 
IP Logged
 
Pinko
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 294
Location: Malvito
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #103 - 10.06.21 at 00:45:54
Print Post  
Bridge wrote on 08.06.21 at 15:32:54:
Quali sono i tuoi dubbi?. Forse la ridondanza delle porte del 40106

Si, ma ho risolto, distrazione.
Ho passato su pcb il lavoro fatto fino ad ora, non avendo ancora gli IR mi sono dovuto fermare, però ho fatto comunque alcune prove e il linea di massima direi che il risultato e buono, poi allego qualche foto.
Non avendo per ora i C da 330pF li ho messi da 470, ovviamente il tempo morto è variato, come si calcola?, ho cercato ma non ho trvato nulla, credo non sia la solita costante RC.
Con i filtri in uscita sui due alti dei 40106 ho le due sinusoidi
  

"fatti non fummo a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Back to top
 
IP Logged
 
Bridge
Senior Member
****
Offline


New EALab Member

Posts: 281
Re: INVERTER A COMPONENTI DISCRETI OLD STYLE
Reply #104 - 10.06.21 at 10:24:34
Print Post  
Pinko wrote on 10.06.21 at 00:45:54:
Si, ma ho risolto, distrazione.

Bene, bene. I due 40106 contengono rispettivamente 6 trigger cadauno e sono ridondanti in questo impiego, in sostanza ne avanzano due (1xHO e 1xLO) rispettivamente. Si possono escludere, ma per non lasciarli flottanti li ho impiegati nella catena. Pensavo che ti riferissi a questo.
Stavo pensando invece di impiegarli per un controllo della sovramodulazione che potrebbe avvenire per un carico eccessivo, per una Vdc non sufficiente ecc.
Bene anche per il PCB, ma lascia spazio per eventuali aggiornamenti.
Una raccomandazione da avere è di inserire sempre, sempre, sempre un C da 0,1uF vicinissimo al pin + di ogni IC.
Ho aggiunto C48 da 10uF sul pin 5 del TBA e C49 da 1uF sul Drain del Q2.
Si, la costante di tempo la calcoli nel modo classico (S=RxC) e con C da 470pF hai 1.5uS e va benissimo.
La procedura di avvio tiene conto di diversi fattori intervenendo con tempi diversi. Per salvaguardare .......la salute del ponte Wink, all'avvio i due pin 11 (2110 ShutDown) vengono tenuti allo stato alto per qualche istante inibendo l'OUT degli stessi in attesa dell'avvio della partenza dolce tramite il TBA. Rispetto allo schema iniziale l'ho variata poichè introduceva una leggera distorsione sulla semionda negativa Solo all'inizio dell'avvio dovuta alla non linearità dei dispositivi. Ora è OK.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 ... 5 6 [7] 8 9 ... 11
Send TopicPrint
 

TOP100-SOLAR Galleria Immagini EnergiAlternativa