EnergiAlternativa

Page Index Toggle Pages: 1 ... 26 27 [28] 29 30 ... 67 Send TopicPrint
Very Hot Topic (More than 500 Replies) Costruiamo una batteria Plantè (Read 176300 times)
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #405 - 30.03.11 at 02:45:00
Print Post  
Ciao drmacchi11, grazie per le risposte. Oggi sono stato dalle tue parti, sono stato in Svizzera per lavoro... Davvero un bellissimo paese!

Per l'areazione sono d'accordo è importantissima, per questo lavoriamo sempre in abbondanza di ossigeno, anche perchè senza di questo le reazioni non avvengono.
Invece per quanto riguarda la pasta di ossidi più il carobone, l'abbiamo scartata per due motivi, la prima è che frantumare 2500 Kg di piastre non è una passeggiata oltre che pericolossisimo, e poi anche perchè provandoci abbiamo ottenuto pessimi risultati, perchè nella pasta è presente anche il maledetto PbSO4 che si trasforma poi in PbS e fondendosi vanifica ogni reazione. L'unico sistema efficace che per ora ha funzionato bene con rendimenti accettabili è stato quello del forno che hai visto nelle foto, dove sulla cima mettiamo le piastre così come sono.

x Agolui, come va con il forno?

Un saluto Kekko

PS: Qui un video interessante su come ricilano le batterie, anche il loro forno è sporco di quella sostanza gialla che viene a noi. Agolui guarda a metà video quanto piombo versano per colata magari ad avercelo!
<a href=http://www.youtube.com/watch?v=oJj5iIwF8p4&NR=1&feature=fvwp target=_blank>www.youtube.com/watch?v=oJj5iIwF8p4&NR=1&feature=fvwp

  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #406 - 30.03.11 at 11:13:00
Print Post  
Ciao , mi ha incuriosito la tua visita in Svizzera e mi sono chiesto per cosa (non lo voglio sapere ) poi ho visto il tuo sito ed ho capito ! Io sono italiano , ma lavoro in Svizzera e se vuoi un consiglio : il giorno che aprirai la tua azienda , fallo in Svizzera, gente con le tue idee vale oro e lo STATO fa di tutto per avere tali aziende sul proprio territorio: vantaggi fiscali , 4 fogli di burocrazia , qualche giorno di attesa e puoi aprire la tua azienda ! fai un confronto con l'Italia e vedrai . Se ripassi e sei in Ticino o nella zona del Lago Maggiore dove vivo, ti offro da bere. Lorenzo
  
Back to top
 
IP Logged
 
SpitsFire
Ex Member
*


--------

Gender: Male
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #407 - 30.03.11 at 12:03:00
Print Post  
CITAZIONE (drmacchi11 @ 30/3/2011, 12:13) Quote:
Ciao , mi ha incuriosito la tua visita in Svizzera e mi sono chiesto per cosa (non lo voglio sapere ) poi ho visto il tuo sito ed ho capito ! Io sono italiano , ma lavoro in Svizzera e se vuoi un consiglio : il giorno che aprirai la tua azienda , fallo in Svizzera, gente con le tue idee vale oro e lo STATO fa di tutto per avere tali aziende sul proprio territorio: vantaggi fiscali , 4 fogli di burocrazia , qualche giorno di attesa e puoi aprire la tua azienda ! fai un confronto con l'Italia e vedrai . Se ripassi e sei in Ticino o nella zona del Lago Maggiore dove vivo, ti offro da bere. Lorenzo

<span style=font-size:21pt;line-height:100%>Complimenti per il consiglio!!!! </span>
Spitsfire
  
IPSA SCIENTIA POTESTAS EST
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #408 - 30.03.11 at 12:19:00
Print Post  
Spits . era ironico ? , se lo fosse ho detto come la penso sulla difficoltà per un giovane che vuole farsi strada ed dopo offrire lavoro pure ad altri....... A me è successo cosi' e ho lasciato l'Italia.... ci vivo , parte delle mie tasse vanno al comune dove vivo. Se ci lavoro anche solo un giorno all'estero capisci come siamo messi male............ purtroppo ! a me piacerebbe lavorare bene nellla mia patria...
  
Back to top
 
IP Logged
 
agolui
Ex Member
**


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #409 - 30.03.11 at 22:20:00
Print Post  
Ciao a tutti, un po di foto per Dolomitico,






Domani penso di finirlo, poi metterò altre foto e speriamo che funzioni. Un salutone agolui


Un salutone agolui
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #410 - 30.03.11 at 22:36:00
Print Post  
mattoni refrattari da fonderia ? bel lavoro !
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #411 - 30.03.11 at 23:18:00
Print Post  
Grazie per l'invito drmacchi11, la prossima volta che andrò ti farò sapere! Per quanto riguarda l'aprire un attività in Svizzera me l'hanno detto anche lì. Mi dicevano che addirittura per le aziende che si spostano dall'Italia alla Svizzera per i primi 5-6 anni le tasse sono ridotte allo 0%, dopodichè si paga il 19% contro il 55% italiano... (lui conosceva più 40 aziende, fra cui lui, che avevano fatto questa scelta)
Poi certo, sul piano della bilancia vanno messi anche i valori affettivi, sia delle persone che dei posti in cui sei nato. E soprattutto come dici te, sarebbe bello poter lavorare in tutta tranquillità nella proprio patria.

Per il forno è davvero un capolavoro! Penso che fatto in questo modo non ci dovrebbero essere più interazioni fra il PbS e il metallo, perchè il refrattario dovrebbe essere inerte. Fra l'altro anche la griglia è fatta di refrattario.

Ma quindi secondo te nel fumo non è possibile che ci sia a distanza di 5 - 6 metri dal forno, del PbS in aria evaporato a 1281 °C? Noi cmq la prossima volta useremo una maschera a carboni attivi che dovrebbe risolvere il problema, ma cmq è sempre bene essere coscienti e informati di ciò che si sta maneggiando.

Un saluto Kekko

  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #412 - 30.03.11 at 23:50:00
Print Post  
ma certo che c'è ! ora siete sicuri che arriva ad almeno 1281 C? la sublimazione avviene a quel valore. e se così fosse hai visto i pitogrammi di sicurezza della sostanza ? la scelta della maschera va fatta sui parametri R delle schede sicurezza. sistemato ...........ora sistema il tuo post perchè parla di...... !
certo che ad avere un sistema standardizzato protreste vederlo dall'entalpia di sublimazione

<a href=http://www.sciencedirect.com/science?_ob=ArticleURL&_udi=B6THV-44G9H5W-7P&_user=10&_coverDate=01%2F01%2F1989&_rdoc=1&_fmt=high&_orig=gateway&_origin=gateway&_sort=d&_docanchor=&view=c&_searchStrId=1699999148&_rerunOrigin=google&_acct=C000050221&_version=1&_urlVersion=0&_userid=10&md5=4a4be13cee00bb5c6ad7da130ef375ed&searchtype=a target=_blank>http://www.sciencedirect.com/science?_ob=A...ed&searchtype=a
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #413 - 31.03.11 at 00:29:00
Print Post  
Ok grazie!

I carboni alimentati da tutto quell'ossigeno dovrebbero arrivare a circa 2000 °C, ma non essendo bianchi ma rossi la temperatura non dovrebbe essere poi così alta. Per esserne sicuri dovrei prendere uno di quei termometri a infrarossi, e puntarlo sui carboni ardenti per sapere la temperatura di esercizio della reazione.
Anche se è vero che oltre i 1281 °C il PbS sublima è vero anche che a 1280 °C torna solido, e quindi come fa a restare gassoso nei fumi? L'unica cosa potrebbe essere che quando torna solido nei fumi, le particelle sono talmente fini che vengono cmq trasportate dal fumo e dal vento.

La scheda di pericolosità del PbS non so dove rintracciarla, anche perchè se sublima il PbS a 1281 °C allora con qualche centinaia di gradi in più sublimerà anche il piombo e il PbO2, facendo diventare quei fumi un vero e proprio inferno, e se respirati anche solamente con una "boccata" penso che non ci sia scampo. Tuttavia voglio sperare che non sia così, ma non ho mezzi per poter anallizare quei fumi, l'unica sarebbe di prendere un vetro come dice qqcreafis e metterlo per qualche secondo sulla colonna di fumo. Ma ciò implicherebbe che dovrei stare lì vicino per un po' di tempo.

Altrimenti con un grosso barattolo potrei catturare un po' di fumo e analizzarlo poi successivamente.

Ma secondo me la cosa migliore sarebbe quella di conoscere quali sono le temperature in gioco, perchè se siamo sui 1000 °C penso che non ci sia nessun rischio.

Cosa intendi quando dici che la maschera andrebbe scelta in base ai parametri R delle schede di sicurezza, come faccio a sceglierne una piuttosto che un altra?

Qui sotto ti metto la maschera che avevo intensione di prendere, e sotto vari link di altre maschere che posso trovare, mi dai un tuo consiglio su quale sceglieresti te?

www.electronicsurplus.it/product/30...-di-filtro.html

www.electronicsurplus.it/product/29...-bioculare.html

www.electronicsurplus.it/product/41...-di-filtro.html

www.electronicsurplus.it/product/41...V-e-filtro.html

www.electronicsurplus.it/product/72...con-filtro.html

I filtri sono nuovi ma vecchi, dovrebbero avere una scadenza i carboni attivi vero? Cmq essendo attacchi standard si dovrebbero trovare in commercio.
Un saluto kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #414 - 31.03.11 at 07:39:00
Print Post  
Piu' tardi ci do un occhio. Ciao !
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #415 - 31.03.11 at 11:57:00
Print Post  
Cazz Kekko , ho pensato ad uno scherzo quando ho visto la maschera delle Stürmtruppen ......... in sincerità io pensavo alla maschera da ganzi... o meglio che ti da la certezza matematica di protezione..... chiaro che sono maschere da tanti euro.... non conosci qualche laboratorio dove sono obbligatorie ? io uso le 3M : puoi usare una ULTIMATE FX full face con filtro della famiglia 6000.
Queste maschere arrivano alla protezione 10X PEL , il PEL è Permissible Exposure Limit , che nel caso del piombo è di 50 mcg/m3 per ora.........
3M : <a href=http://multimedia.3m.com/mws/mediawebserver?mwsId=66666UuZjcFSLXTtnXT2nxfVEVuQEcuZgVs6EVs6E666666--&fn=FF-400TechDoc.pdf target=_blank>http://multimedia.3m.com/mws/mediawebserve...-400TechDoc.pdf

Info sulla sicurezza del piombo , dal NIOSH americano
www.cdc.gov/niosh/topics/lead/

Analisi ambientale degli ambienti di lavoro con piombo
www.cdc.gov/niosh/docs/2003-154/pdfs/7505.pdf

La tua pelle , vale piu' di 14 euro...........

A proposito , a parte l'aria respirata, non ditemi che non avete la tuta monouso o che siete li in manichette e braghette perchè si SCOMUNICO ! , okkio ai depositi sulla pelle !! rognosi tanto quanto le via respiratoria.
Fatemi sapere ragazzi.
  
Back to top
 
IP Logged
 
maxlinux2000
God Member
*****
Offline


--------

Posts: 679
Gender: Male
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #416 - 31.03.11 at 14:16:00
Print Post  
CITAZIONE (agolui @ 30/3/2011, 23:20) Quote:
Ciao a tutti, un po di foto per Dolomitico,
....

ma quanto costa costruire un forno come il tuo?

ciao
MaX
  

Cogito ergo no SUV
Back to top
WWW  
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #417 - 31.03.11 at 14:23:00
Print Post  
Grazie come sempre drmacchi11, oggi sono stato a quel negozio e ho preso la maschera quella con la turboventola (quella del 3° link). Ho pensato che se la maschera non aderisce perfettamente alla faccia, quando respiriamo l'aria entra dagli "spifferi". Se invece l'aria è pompata nella maschera gli "spifferi" diventano relativi perchè cmq la maschera è in pressione dall'aria che arriva.
Quando l'ho presa era tutta sigillata con 3 busta e scatola. I carboni attivi sono chiusi dentro una scatola di alluminio che si apre con l'apri scatole (quello dei pelati), questo per garantire una chiusura ermetica dei carboni. Insomma è proprio tutto nuovo, unica pecca è tutto nuovo e imballato dal 1988

Secondo te, i carboni attivi anche se conservati al fresco e in una scatola ermetica, scadono dopo 20 anni??

Dopo ti metto le foto, perchè è davvero un capolavoro quella maschera, pensa che lo stesso modello veniva usato anche sui caccia americani durante la seconda guerra mondiale. E' una maschera militare quindi spero abbia tutte le dovute accortezze. Cosa ne pensi?

PS: Per la tuta non è monouso, finito il lavoro la laviamo a parte, però stiamo con i guanti e il resto del corpo è completamente coperto.

Saluti Kekko

x max, di materiali non tanto, circa un centinaio di euro, ma di lavoro tantissimoooooo!! E agolui sta facendo davvero un capolavoro con questo forno!! Domani se tutto va bene lo accendiamo!
  
Back to top
 
IP Logged
 
drmacchi11
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #418 - 31.03.11 at 23:43:00
Print Post  
Dunque io credo che le maschere se usate sui caccia , è una maschera per ossigenazione . quindi non serve a nulla per la protezione chimica .
guarda se la riconosci qui , se così fosse lascia perdere, perchè bloccherebbe poca roba solo per differenza di pressione.
www.flighthelmet.com/pages/fh/vfh.htm
considera che il blocco delle particelle PbS è fatta da filtri con pori < 10 micron , tipicamente 5.
Qui entra in gioco la granulometria della polvere e la sua attivazione (chimico fisica) , bene io credo che la attivazione sia persa e che la granulometria sia rada (compattamento particellare e creazione di canalicoli eventuali).
qui trovi la PICATOX, maschera militare a carboni attivi
http://www.picacarbon.com/en/businesses/mo...ge-of-products/.
Mi ripeto , fatti prestare quella giusta da un qualche LAB.
Ciao
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #419 - 01.04.11 at 22:45:00
Print Post  
Allora la maschera non è tra quelle elencate fra quelle dei piloti ed è una maschera antigas e NBC, evidentemente chi la vende non sa neanche cos'è. Il filtro è carboni attivi, ed è composto da due stadi, il primo ha una specie di tessuto che ha la funzione di filtrare le particelle solide, il secondo è composto dai carboni veri e propri. Provandola con il fumo di sigaretta funziona, non si sente neanche l'odore, ma dicerto il PbS sarà leggermente più aggressivo .Cmq iniziamo con qualche foto della maschera, che anche se vecchia era sigillata, e meglio di niente sicuramente sarà. (Non conosco nessun laboratorio, se non quello dell'universtià di Torvergata, che abbia delle maschere antigas, e sono quasi sicuro che mi risponderanno che certe cose si fanno sotto cappa )Questa è la maschera e il filtro chiusi nel suo imballaggio originale, chissà se dalle sigle si può risalire per cosa veinva usata e quali sono i suoi "range" di funzionamento.(Stavolta foto a volontà!!)







Questa è la turboventola a cui va applicato il filtro e che spinge l'aria nella maschera


Questa è invece la scatola sottovuoto che contiene il filtro:




<span style=font-size:14pt;line-height:100%>_______________________________________________________</span>Bene, adesso parliamo del forno che abbiamo acceso oggi:
Tutto ha funzionato alla grande!!
Il refrattario regge benissimo e ora la reazione è molto più efficente, siamo arrivati a quasi l'80% di rendimento, fra il peso delle piastre con ossidi delle batterie e i lingotti puri di piombo.Queste sono le foto del forno che ha costruito Agolui, i cui mattoni sono stati modellati uno per uno per potergli dare la forma trapezioidale. Come si può notare anche la griglia è fatta di refrattario, ed è quindi inerte all'azione distruttiva e corrosiva del PbS:



Questo è il carbon-coke che utilizziamo, non fa cenere ed ha un alta densità energetica:

Queste sono le piastre con ossidi e solfati che inseriamo nel forno-inferno :

Questo è il piombo fuso che esce dal crogiolo del forno dopo la "magica" reazione:

Questi sono i lingotti di piombo, il peso totale di quelli che vedete qui sotto in foto è circa un quintale!

Queste sono le inevitabili scorie di CS e altre schifezze, con una stima veloce le scorie su 100 Kg di piombo sono circa 20 Kg, quindi un rendimento superiore all'80;%! Le scorie per ora le tiriamo fuori da un buco secondario. Ora faremo una modifica al soffiatore e al crogiolo per facilitare l'estrazione delle scorie.


E INFINE UN BEL VIDEO DI COME AVVIENE IL PROCESSO, CHE RENDE L'IDEA PIU' DI MILLE FOTO! <[/media]Un salutone a tutti da Kekko e Agolui!!
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 ... 26 27 [28] 29 30 ... 67
Send TopicPrint
 

TOP100-SOLAR Galleria Immagini EnergiAlternativa