EnergiAlternativa

Page Index Toggle Pages: 1 ... 23 24 [25] 26 27 ... 67 Send TopicPrint
Very Hot Topic (More than 500 Replies) Costruiamo una batteria Plantè (Read 167288 times)
agolui
Ex Member
**


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #360 - 16.03.11 at 21:53:00
Print Post  
Ciao kekko, le lastre di alluminio le ho ordinate, siccome fanno il ponte me le danno mercoledi prossimo, ho preso una lastra di 20 x65 per fare uni stampo di prova per vedere le alette con due decimi di differenza sfornano senza crearci problemi. Sentiamoci che organiziamo per venerdi che con i contenitori sono ancora caldo,gli ultimi sono una bomba. Un salutone agolui
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #361 - 16.03.11 at 22:17:00
Print Post  
Sisi ok!! Sono venuti benissimo i contenitori, complimenti!!

Un salutone kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
Ferrobattuto
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #362 - 18.03.11 at 14:53:00
Print Post  
CITAZIONE (kekko.alchemi @ 16/3/2011, 21:50) Quote:
Beh ferro un po' di pazienza! : ) Devo ancora fare i calcoli per stimarne le giuste proporzioni.......

La mia domanda, Kekko, e la mia curiosità erano rivolte ad Agolui, che a quello che mi pare di capire fin'ora si è sobbarcato il "lavoro materiale" più pesante.
La mia curiosità è dovuta al fatto che, a parte quel sistema per fare i contenitori, l'idea che si possano fare "da se" degli accumulatori stazionari di grande capacità l'ho partorita io, che prima non se ne parlava affatto, come quella della riduzione degli ossidi col carbone nello stesso modo del minerale di ferro, anche se poi per mancanza di mezzi e di tempo mi sono dovuto fermare dopo pochi tentativi, pur se fruttuosi.
Naturalmente trovo importante l'apporto di idee e sperimentazioni fatte anche da altri, come Dolomitico, Keyosz, te e anche altri di cui mi sfugge al momento il nome, ma puoi capire facilmente quanto interesse abbia sull'argomento. Non dimentichiamo che il sistema di accumulo è l'anello più debole e costoso di un impianto ad isola, e poterlo risolvere col fai-da-te in modo tecnicamente valido e duraturo potrebbe essere l'uovo di Colombo.
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #363 - 18.03.11 at 19:21:00
Print Post  
Azz, mi inchino difronte al grande maestro allora...

PS: Bello il tuo fanta-banco di accumulo. Visto che l'idea è tua (ma guarda caso la discussione è la mia) illuminaci ti prego. Avrai sicuramente calcolato quanti mq sono necessari per fare 100 Ah per esempio, e anche tutto il resto...

  
Back to top
 
IP Logged
 
maxlinux2000
God Member
*****
Offline


--------

Posts: 679
Gender: Male
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #364 - 18.03.11 at 19:45:00
Print Post  
kekko... penso che ti stai allargando un pochetto...vedi un po' tu. Rileggi quello che hai scritto e magari cancella il tuo messaggio... io faró lo stesso

-Questo era un tentativo di moderare o di buttare benzina sul fuoco?
Cancella questo messaggio prima che lo faccia io!-
Bolle


  

Cogito ergo no SUV
Back to top
WWW  
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #365 - 18.03.11 at 20:19:00
Print Post  
Vogliamo parlare della discussione che ferro aveva aperto nella sezione riservata dedicata a me? Penso che sparlare alle spalle delle persone sia una delle cose più brutte che si possa fare. Da come ferro si esprime nei miei confronti, trapela proprio che ha molta invidia verso di me. E non è una cosa che penso solo io, visto quello che è successo...

Anche il fatto di precisare "l'idea l'ho partorita io" non ti sembra proprio il voler sottolineare che è merito suo? E che ha tanta invidia verso di me?

Boh, capisco che lo vuoi difendere perchè è un tuo amico e ti ha presentato lui come moderatore, però a volte le cose sono talmente ovvie che non vale le pena neanche discuterne.

PS: Io di ferro ne parlo sempre bene con gli altri, lui evidentemente no, ma non capisce però che così si sta facendo terra bruciata intorno, contento lui.

Un saluto kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #366 - 18.03.11 at 20:49:00
Print Post  
Cmq apparte le inutili chiacchiere gratuite, oggi sono stato a casa di Agolui, e colgo l'occasione per fargli davvero i miei complimenti per la manualità che ha nel fare le cose.

Ha costruito, tramite due travi di legno, uno stampo spettacolare che sforna delle scatole perfette. Agolui scaldava i tubi nel forno (che anche quello ha costruito) li metteva sui travi e io abbassavo il trave/leva per stirare la plastica e farla diventare rettangolare. Le scatole sono venute proprio bene!! Oggi ne abbiamo fatte 8, qui sotto vi metto un po' di foto:





Questa è la dimensione del banco completo 24V 450 Ah:





Saluti Kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
DOLOMITICO
Ex Member
*


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #367 - 19.03.11 at 10:24:00
Print Post  
Stiamo calmi ragazzi,
Nessuno toglie i meriti a Ferro che ha dato l'input a tutto ciò,Io stesso non mi sarei soffermato qui se non avessi trovato la sua discussione sul recupero del piombo.
Questo dimostra che unendo le idee si traggono benefici per tutti,al contrario la rivalità non l'ho mai vista bene.
Va da se che le "STECCATE" non sono lo strumento migliore per chiarirsi.
Kekko sta dimostrando di perseverare nella costruzione,ed è ciò che abbiamo sempre elogiato qui,chi fa e non chi chiacchera,quindi rinfoderiamo le spade e calmiamo gli animi.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Ferrobattuto
Ex Member
***


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #368 - 19.03.11 at 13:26:00
Print Post  
CITAZIONE (kekko.alchemi @ 18/3/2011, 19:21) Quote:
Azz, mi inchino difronte al grande maestro allora...

PS: Bello il tuo fanta-banco di accumulo. Visto che l'idea è tua (ma guarda caso la discussione è la mia) illuminaci ti prego. Avrai sicuramente calcolato quanti mq sono necessari per fare 100 Ah per esempio, e anche tutto il resto...


Bene bene, hai abboccato a quanto pare, com'era prevedibile.....
Impertinente e maleducato come un ragazzino, quale sei, e verso una persona che ha più del doppio della tua età, che non ti ha mai denigrato, anzi riconosciuto tutti i meriti che hai, e le discussioni in cui l'ho faccio sono sotto gli occhi di tutti. Anche in questa e anche abbastanza recentemente.
Quello che ho affermato è nella discussione "Piombo nuovo da vecchie batterie", ma non solo in quella, che oltretutto ha totalizzato praticamente le 30.000 visite, come ce ne sono altre che quasi l'hanno raggiunta..... Quando una tua discussione avrà raggiunto tale record ne riparleremo.
Come ho spiegato sopra, basta leggere: il mio fanta-banco di accumulo non ha potuto vedere la luce perchè occupato in cose e lavori familiari più urgenti, e per mancanza di "mezzi", non tutti hanno il papà che foraggia gli studi e i capricci, qualcuno deve sbrogliarsela con un reddito da pensionato.
Da come si legge sotto vedo che hai avuto accesso alle comunicazioni nella sezione siservata (e non solo a quelle), evidentemente hai un "Santo Protettore" (forse più "protettore" che Santo) tra i moderatori e gli amministratori. Per chiarire a tutti, la discussione su di te esprimeva proprio questa mia preoccupazione per la tua maleducazione. "Maleducazione", non "arroganza", l'arroganza è degli adulti..... Da come vanno le cose immagino già che questa risposta verrà sicuramente cancellata, o almeno pesantemente censurata, e solo perché ho osato contrastare TE.
Sappi che TU sei uno dei diversi motivi per cui mi sono dimesso da amministratore e moderatore. Da semplice utente non ho più obblighi posso dire quello che mi pare, tutt'al più mi possono bannare........ Ma non so più quanto valga la pena di impegnarsi per evitarlo.
Invidia per te? Ma fammi il santo piacere....... Quando ti guardi allo specchio, la mattina, cerca di vergognarti un po'.....
Ferro
  
Back to top
 
IP Logged
 
qqcreafis
Ex Member
*****


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #369 - 19.03.11 at 14:55:00
Print Post  
rinfoderate le asce i randeli i lacrimogenei ec ecc

mi interessa sapere se il recupero di piombo avviene con la riduzione con carbone come fece Ferro (lo suppongo e lo spero in quanto il processo nel suo insieme è abbastanza pulito e molto efficiente)

quanto vale la capacità totale che si vuole raggiungerein KWH


  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #370 - 19.03.11 at 19:46:00
Print Post  
Ciao qqcreafis, purtroppo come già fatto notare da molti utenti il metodo di mettere del carbone insieme alla piastre delle batterie non funziona o almeno funziona male e solo in parte. Per questo per riutilizzare gli ossidi e riconvertirli in metallo useremo il Processo LD, il classico processo di riduzione utilizzato in metallurgia per ridurre gli ossidi a metallo.

Il metodo fu inventato nel 1948 dall'ingegnere Robert Durrer e consiste nell'aggiunta di magnesio e idrossido di calcio (la calce da muratura) insieme agli ossidi e alle varie scorie.

Aggiungere del semplice carbone alle piastre non funziona perchè dentro alle piastre vecchie ci sono anche molti residui di acido solforico, solfato di piombo e schifezze varie. Lo zolfo e il solfato di piombo presenti durante la fusione delle piastre ne impediscono il recupero totale e fondendo sopra e dentro gli ossidi inibiscono la funzione riducente del carbone, ed è per questo che va aggiunto il magnesio e l'idrossido di calcio.

L'idrossido di calcio (che si può reperire negli smorzi) quando raggiunge gli 800 °C si trasforma in CaO (calce viva) in grado di sottrarre al miscuglio di piombo molti dei composti indesiderati. Il ruolo fondamentale però lo svolge il magnesio, il quale si lega con lo zolfo per dare solfuro di magnesio ed elimina quindi totalmente ogni residuo di zolfo.

Ora siccome il magnesio è costoso e difficile da trovare, nel miscuglio di piombo aggiungeremo la soda caustica che fondendo a 600 °C dovrebbe legarsi con il solfato di piombo per dare solfato di sodio e piombo metallico. Inoltre la soda inizialmente andrà anche a reagire con l'acido solforico residuo dando sempre come composto il solfato di sodio.

Solo a questo punto le piastre saranno libere dallo zolfo e da tutti gli altri composti di scarto e pronte a reagire con il carbone come descritto da Robert Durrer.

Il piombo metallico colerà poi sul fondo e tutte le scorie galleggeranno e potranno quindi essere facilmente allontanate. Le scorie saranno composte prevalentemente da gesso (solfato di calcio) e solfato di sodio.

Con agolui stiamo progettando un crogiolo in grado di svolgere tutte le funzioni descritte sopra.

Un saluto kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #371 - 19.03.11 at 21:22:00
Print Post  
Il discorso KWh è un aspetto molto interessante di questo banco d'accumulo di Epstein che stiamo facendo. Al contrario di quanto sembrerebbe questo banco ha un rapporto peso/potenza superiore alle batterie commerciali a griglie impastate, vi spiego il perchè:

Il nostro banco peserà circa 1500 Kg fra acido, piombo, scatole, e avrà una potenza di circa 10 KW, 24V 450A disponibili in 4 ore fino alla scarica completa del banco. Questo significa che per avere i 10 KW nominali possiamo scaricargli un massimo di 2,5 KWh ovvero una scarica a 1/4 C.
Facendo due conti su quanto sarebbe pesato un banco di accumulo di batterie commerciali, aventi 10 KW di accumulo e 2,5 KWh massimi disponibili per 4 ore, viene fuori che peserebbe circa 1510 Kg!! Si avete capito bene 1510 Kg di batterie commerciali a griglie impastate.

Facciamo un esempio con le AGM ad esempio (che poi a parte la scarsa durata nel tempo sono lo stesso di quelle da auto). Una batteria da 12V 40A pesa circa 14,5 Kg per una potenza di 480W. Ora però queste batterie per avere quell'amperaggio e quei watt di targa devono essere scaricate a 1/20 C (contro 1/4 C del nostro banco), quindi a circa 2Ah per 20 ore.
Se facessimo una scarica ad amperaggio più alto ad esempio 10Ah, la batteria non erogherebbe mai i 40A di targa ma si e no una decina. Oltre a questo inconveniente si aggiunge il fatto che una batteria a griglia impastata non andrebbe mai scaricata oltre il 30% della sua capacità nominale, questo significa che alla batteria da 12V 40A 480W non possiamo scaricargli mai più di 2Ah per 6 ore, e quindi mai più di 144W.

Ora per ottenere l'equivalente del nostro banco plantè con le batterie commerciali rispettandone le caratteristiche, dovremo mettere ben 50 KW per avere a disposizione 2,5 KWh per 4-5 ore. Quindi se 480W di batterie commerciali pesano 14,5 Kg, 50.000W peseranno 1510 Kg.

Le batterie commerciali hanno poi una pessima performance sulla durata nel tempo, siamo a una durata massima (se trattate bene) di circa 800 cicli, hanno problemi di solfatazione, maggior costo di elettrolita perchè 3 volte più concentrato rispetto a quello per le plantè, maggior costo sulla costruzione dei separatori, maggior resistenza interna, minor spunto massimo.

Ora alla luce del fatto che non è vero che una plantè costa e pesa più di una batteria a griglia impastata, per quale motivo esistono ancora le batterie commerciali?? La risposta che mi do è solamente grazie al consumismo e al commercio sporco.

Tutti insieme possiamo risolvere almeno questo problema, e dare un futuro sicuro agli impianti ad isola, anche migliore di quelli grid connection.
Insieme ad Agolui dimostreremo che questo è possibile, basta solo tanta buona volontà!

Saluti Kekko
  
Back to top
 
IP Logged
 
agolui
Ex Member
**


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #372 - 19.03.11 at 22:06:00
Print Post  
Stiamo calmi ragazzi,
Nessuno toglie i meriti a Ferro che ha dato l'input a tutto ciò,Io stesso non mi sarei soffermato qui se non avessi trovato la sua discussione sul recupero del piombo.
Questo dimostra che unendo le idee si traggono benefici per tutti,al contrario la rivalità non l'ho mai vista bene.
Va da se che le "STECCATE" non sono lo strumento migliore per chiarirsi.
Kekko sta dimostrando di perseverare nella costruzione,ed è ciò che abbiamo sempre elogiato qui,chi fa e non chi chiacchera,quindi rinfoderiamo le spade e calmiamo gli animi.
DOLOMITICO Condivido in pieno il messaggio di Dolomitico, tutto cio che facciamo lo condividiamo perchè penso che questo sia lo spirito del furum, per dare la possibilità a tutti di replicare e anche migliorare il proggetto avvalendosi delle esperienze da noi fatte. Siccome il lavoro è tanto noi ci aspettiamo incoraggiamento, consigli e partecipazione costruttiva. RAGAZZI FATECI GLI AUGURI CHE IL PROGETTO VADA COME NOI VOGLIAMO anche perchè se riusciamo il merito e anche di tutto il Forum Un salutone agolui
  
Back to top
 
IP Logged
 
kekko.alchemi
Forum Administrator
*****
Offline


EA Lab

Posts: 1654
Location: Tusculum
Gender: Male
Zodiac sign: Scorpio
Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #373 - 21.03.11 at 01:30:00
Print Post  
Allora, con Agolui stiamo valutando quanto ci costa fare la riduzione degli ossidi di piombo per ricavarne piombo metallico. Il carbone costa circa 0,40 euro al Kg e se per ridurre 1 Kg di ossidi serve troppo carbone, il costo di 1 Kg di piombo sarebbe eccessivo.
Per questo ho iniziato a fare qualche calcolo.

La reazione di riduzione dell'ossido di piombo è questa:

PbO2 + C -------> Pb + CO2

Il peso molecolare del PbO2 è 239.18 amu mentre il peso atomico del carbonio è di 12 amu.
Questo significa che ogni 239 Kg di ossidi di piombo dobbiamo aggiungere 12 Kg di carbonio per ottenere 207 Kg di piombo e 44 Kg di CO2.

Ora sicuramente va considerata l'efficenza della reazione e il fatto che il carbone non contiene il 100% di carbonio ma anche fibre vegetali e impurità varie, per questo penso che saremo fortunati se avremo un efficenza di circa il 50%.
Quindi diciamo che per ottenere 200 Kg di piombo abbiamo bisgono di 25 Kg di carbone, perciò con 10 euro di carbone otteniamo 200 Kg di piombo, con un costo di 5 centesimi ogni Kg di piombo!!

Passiamo ora invece alla valutazione della riduzione del solfato di piombo presente sulle piastre, la reazione che regola la ridizione con idrossido di calcio è questa qui sotto, e lo scarto che abbiamo è il comune gesso (CaSO4).

Ca(OH)2 ----800 °C------> CaO + H2O

PbSO4 + CaO ------> PbO + CaSO4

2PbO + C -------> 2Pb + CO2

Il costo dell'idrossido di calcio è irrisorio perciò non lo considero neanche nel prezzo finale del piombo, mentre invece per la riduzione finale con il carbone questa volta ne serve la metà visto che non si tratta di PbO2 ma di PbO.

Domani se tutto va bene proveremo a fare qualche prova di riduzione con questo metodo.

Un saluto Kekko


PS: qqcreafis secondo te, qual'è l'ultima reazione più probabile per la riduzione dopo la calce?

questa:

2PbO + C -------> 2Pb + CO2

o questa, dove si sviluppa monossido di carbonio?

PbO + C -------> Pb + CO
  
Back to top
 
IP Logged
 
qqcreafis
Ex Member
*****


--------

Re:Costruiamo una batteria Plantè
Reply #374 - 21.03.11 at 10:43:00
Print Post  
dato che si lavora in eccesso di C sicuramente ci sarà molto CO, lavorare all'aperto (ma di sicuro non lo so)
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 ... 23 24 [25] 26 27 ... 67
Send TopicPrint
 

TOP100-SOLAR Galleria Immagini EnergiAlternativa